Comune di San Leo
Provincia di Rimini
Siete qui: Home

Informazioni turistiche [link]


al sito:

- http://www.san-leo.it/



 

 

 

San Leo

La Rocca
Il Castello

San Leo, detta già Montefeltro, è situata a metri 583 s.m., a 32 km. da Rimini, nella Val Marecchia (SS 258), su un enorme masso roccioso tutt'intorno invalicabile;
vi si accede per un'unica strada tagliata nella roccia.

Sulla punta più alta dello sperone si eleva l'inespugnabile Forte, rimaneggiato da Francesco di Giorgio Martini, nel XV secolo, per ordine di Federico lll da Montefeltro.

L'antichissima città che fu capoluogo (dall'origine alla fine) della contea di Montefeltro e teatro di battaglie civili e militari per circa due millenni, assunse con Berengario II il titolo di Capitale d'ltalia (962-964). S. Leone (sec. IV d.C.) ne fu l'evangelizzatore.

La città ospitò Dante ("Vassi in San Leo...") e S. Francesco d'Assisi, che qui ricevette in dono il Monte della Verna dal Conte Orlando di Chiusi nel Casentino (1213). Si conserva ancora la stanza ove avvenne il colloquio fra i due uomini.

Nel forte, trasformato in prigione durante il dominio pontificio, furono rinchiusi il Conte di Cagliostro, che vi morì nel 1795, e Felice Orsini (1844).

Notevole il patrimonio architettonico conservato:

la Pieve preromanica, il Duomo romanico lombardo del sec. Xll, il Forte; Il Museo di Arte Sacra recentemente allestito nel Palazzo Mediceo, sparsi sul territorio comunale, i ruderi di diversi castelli, tra i quali quelli di Pietracuta, e di Piega, il convento francescano di S. Igne, il convento domenicano di Monte di Pietracuta, la chiesa di Montemaggio, con un pregevole soffitto di legno a cassettoni.

Il panorama che si gode da San Leo è uno dei più belli e caratteristici della regione la vista spazia sui monti circostanti e lungo, la vallata del Marecchia, fino al mare.

La Frazione di Pietracuta è dotata di moderni impianti sportivi, con campi da calcio e campi da tennis.

Dalle rocce del monte San Severino e possibile decollare con il parapendio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



SAN LEO, ANCHE L’ALTA VALMARECCHIA ACCELERA CON LA BANDA ULTRA LARGA DI OPEN FIBER

Comunicato stampa

Circa 2500 unità immobiliari del comune riminese saranno cablate in modalità FTTH, grazie ad un investimento complessivo di 1 milione e 100mila euro
Anche a San Leo, dopo Talamello, Casteldelci e S.Agata Feltria, sono ufficialmente partiti i lavori per la posa della fibra ottica di Open Fiber.
La città del Forte quattrocentesco che domina la valle del Marecchia, dimora del conte di Cagliostro, sarà raggiunta con la fibra ottica ultra veloce mediante la realizzazione di una infrastruttura che consentirà ai cittadini (circa 2500 unità immobiliari) di beneficiare di una velocità di connessione di almeno 100 Mbps (Megabit per secondo) in modalità FTTH (Fiber To The Home).
Il progetto è stato reso possibile grazie alla convenzione firmata tra il Ministero per lo Sviluppo Economico, la Regione Emilia Romagna, i Comuni interessati e Infratel Italia, società “in house” del Ministero. Open Fiber si è quindi aggiudicata il bando di gara indetto da Infratel Italia per la realizzazione delle infrastrutture necessarie allo sviluppo della Banda Ultra Larga (fibra ottica) nelle aree bianche del Paese,le cosiddette aree «a fallimento di mercato» firmando un contratto di concessione, di durata ventennale, per la progettazione, costruzione e gestione della rete di accesso per circa 3043 Comuni presenti nelle seguenti Regioni: Abruzzo, Molise, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana e Veneto(primo bando) e di altre dieci Regioni e della Provincia autonoma di Trento con il secondo bando.
 “Finora, con le nostre forze ed i buoni rapporti, ci siamo intensamente spesi per migliorare la connettività del territorio  - racconta il Sindaco di San Leo Mauro Guerra - traguardando e raggiungendo obiettivi oggettivamente inferiori, anche con diverse soluzione e tecnologie. Oggi invece ci felicitiamo per l’avvio di un intervento storico, sovraordinato ed inedito, un vero salto di qualità per l’alta valle. La banda ultra larga (la fibra ottica) è un sogno che sta per avverarsi ed è bene ringraziare chi ha avuto la sensibilità di dedicare, mesi fa, ingenti risorse anche alle aree a “fallimento di mercato”: soprattutto Governo e Regione Emilia Romagna. Per noi significa immaginare il futuro: una connessione di qualità, indipendente dalle condizioni esterne, che consentirà più servizi al cittadino ed al turista, imprese più competitive, maggiore capacità di attirare investimenti imprenditoriali, ecc e soprattutto la fine di una limitazione negativa per il territorio. Le autostrade informatiche, pazientando qualche mese per i lavori e le burocrazie, saranno anche da noi – conclude il Sindaco Guerra - sprigionando opportunità importantissime, in centro storico come nella altre aree del Comune” 
Il piano prevede, solo a San Leo, un investimento complessivo di 1 milione e 100mila euro, mentre 255 milioni di euro è la somma totale che sarà destinata alla realizzazione della rete a banda ultra larga nei comuni dell’Emilia Romagna che rientrano nelle aree “bianche” o a “fallimento di mercato”, di cui 180 milioni di fondi dello Stato per lo sviluppo e la coesione (Fsc) e 75 milioni di fondi regionali derivati dalla programmazione europea (Fesr e Feasr).
“Oggi apriamo i cantieri in una città ricca di storia – sottolinea Domenico Piserchia, Regional Manager Open Fiber dell’Emilia Romagna per il Cluster C&D – che grazie al collegamento alla banda ultra larga di Open Fiber fa un passo decisivo nel futuro. A breve daremo l’avvio ad altri cantieri qui in zona, grazie anche all’ottima collaborazione con le amministrazioni locali. Presto i cittadini e le aziende potranno beneficiare di una connessione ultraveloce e sicura”.
“I lavori a San Leo dureranno circa 8 mesi – spiega la Field Manager di Open Fiber Grazia Serena D’Agostino - e contiamo di chiudere il cantiere entro l’inizio del 2019. Il progetto di cablaggio è stato pensato per massimizzare ove possibile il riutilizzo delle infrastrutture di rete interrate e aeree già esistenti, pertanto l’impatto degli scavi sulla viabilità e gli eventuali disagi per i cittadini saranno contenuti e limitati nel tempo. Saranno privilegiate nella costruzione della nuova rete tecniche realizzative innovative, sostenibili e a basso impatto ambientale, nel massimo rispetto della bellezza paesaggistica e del patrimonio storico di questi luoghi. I vantaggi saranno evidenti per i cittadini, per le attività imprenditoriali e, grazie alla sinergia con Lepida, anche per la Pubblica Amministrazione. Un ringraziamento va all’Amministrazione, in particolare al Vicesindaco Leonardo Bindi, e ai dipendenti comunali per la collaborazione dimostrata”. 
Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. Una volta conclusi i lavori, l’utente non dovrà far altro che contattare un operatore, scegliere il piano tariffario e navigare ad alta velocità, cosa fino ad oggi impossibile in alcuni luoghi del territorio. Anche le sedi della pubblica amministrazione saranno connesse con la fibra ottica, al fine di migliorare le relazioni con i cittadini e di aumentare la produttività e la competitività delle imprese presenti sul territorio.

San Leo, 14 giugno 2018

 

 

 


AVVISO CHIUSURA UFFICI

 

Si rende noto che, a partire dal 23 giugno fino al 2 settembre 2018, gli uffici comunali resteranno chiusi al pubblico nella giornata di sabato.


Per impegni precedentemente assunti, sabato 23 giugno sarà comunque aperta la sede decentrata di Pietracuta.

 

 

 


Messa in sicurezza generale, miglioramento sismico ed efficientamento energetico della scuola primaria e secondaria di 1° grado sita in Pietracuta di San Leo.



    Giovedi 31 maggio , nella mattinata, prenderanno ufficialmente il via i lavori di “Messa in sicurezza generale, miglioramento sismico ed efficientamento energetico della scuola primaria e secondaria di 1° grado sita in Pietracuta di San Leo”.
     
    Sindaco Mauro Guerra. “A più di 35 anni dalla sua realizzazione, quello che inizierà mercoledi è il più grande investimento in sicurezza che abbia mai interessato il plesso scolastico di Pietracuta. Un plesso dove anche molti di noi Amministratori Comunali sono andati a scuola. E’ davvero un orgoglio ed una grande soddisfazione poter raccontare l’inizio anche di questo attesissimo ed importante intervento. Si tratta di circa 700.000 euro di risorse statali, “conquistate” a cavallo del 2015/2016, nell’ambito delle risorse messe in campo dall’allora governo Renzi e poi confermate nella legislatura Gentiloni (piano mutui Banca Europea Investimenti 2015-2017) e Delibera di Giunta Regionale Emilia Romagna di approvazione del piano regionale di edilizia scolastica per l'annualità 2016.”
    Vicesindaco Leonardo Bindi : “A seguito delle procedure di appalto, la ditta incaricata inizierà dunque i primi lavori senza significative interferenze sulle lezioni di fine anno, per poi intensificarsi notevolmente nell’estate, pressoché senza pause, a lezioni scolastiche interrotte.
    L’impegno per riuscire a mantenere il cronoprogramma necessario per un normale rientro in classe a settembre, sarà massimo. Sono stati messi in campo i tecnici comunali, supportati da esterni di comprovata esperienza, con un gruppo di lavoro in costante relazione con l’istituzione scolastica, al fine di prevenire qualsiasi imprevisto.
    Agli studenti, al corpo docente ed alle famiglie si chiede massima collaborazione e comprensione in merito ad eventuali fisiologici disagi “di cantiere”.
    Al termine dei lavori il plesso avrà ben altro livello di sicurezza sismica, sarà più efficiente a livello energetico, avrà una palestra più alta e funzionale con moderne coperture, facendo diventare un lontano ricordo le varie criticità dell’attuale struttura. L’Amministrazione ringrazia tutti coloro che hanno contribuito all’inizio lavori, dipendenti, tecnici, amministratori comunali e chi, in rappresentanza dei vari Enti, ha reso possibile l’intervento tanto atteso.

 

 


Sospensione per il 2018 dell'Imposta di Soggiorno

Alle strutture ricettive del Comune di San Leo

 

> leggi comunicazione

 

 

 



Centro Estivo dell'Infanzia

dal 2 al 27 Luglio,

per i bimbi dai 3 ai 5 anni,

presso la scuola dell'infanzia di Pietracua, in via XXV Aprile

 

> leggi il volantino

> modello di domanda

 

 

 


Centro Estivo per i ragazzi dai 6 ai 14 anni

dal 2 al 13 Luglio,

presso la Colonia Comasca, Lungomare G. di Vittorio, 36, a 

BELLARIVA di RIMINI.

 

> leggi il volantino

 

 

 



Accesso internet Wi-Fi gratuito nelle aree pubbliche

E' stata attivata nel centro storico di San Leo, piazza Dante Alighieri e vie limitrofe, e presso la Piazza dei Caduti di Pietracuta, la rete WiFI Lepida per la navigazione internet.

WispER è la rete WiFi messa gratuitamente a disposizione dei cittadini dalla Pubblica Amministrazione della Regione Emilia-Romagna attraverso diversi access point dislocati in vari luoghi pubblici. L’accesso ad Internet è fornito da LepidaSpA, attraverso la rete Lepida, secondo le linee identificate dal Piano Telematico della Regione Emilia-Romagna (una mappa degli access point è disponibile al seguente indirizzo wifi.lepida.it)
Per connettersi è sufficiente seguire le istruzioni riportate in questo documento.

 

 

 

 


Imposta di Soggiorno

IDS - Imposta di Soggiorno


Nell'ambito delle disposizioni in materia di federalismo municipale (D.Lgs. 23/2011) il Comune di San Leo ha introdotto con Delibera di C.C. n. 7 del 29/03/2018 l'Imposta di Soggiorno con decorrenza 29 maggio 2018.
Servizio Tributi tel. 0541/916211 0541/923070 fax 0541/916184
mail: municipio@comune.san-leo.rn.it
pec: comune.san-leo@pec.it

Chi deve pagare?
L'imposta di soggiorno è dovuta dai soggetti che pernottano nelle strutture ricettive del Comune di San Leo, da intendersi per le seguenti categorie: alberghi e residenze turistico-alberghiere, case e appartamenti per vacanza, case per ferie, ostelli, case per ferie, ostelli, affittacamere, (room and breakfast, locande) Bed & Breakfast, appartamenti ammobiliati ad uso turistico e campeggi, dal 1° aprile al 30 settembre di ogni anno.

Chi è esente?
Sono esenti dal pagamento dell'imposta di soggiorno:
    • i soggetti che alloggiano in strutture ricettive a seguito di provvedimenti adottati da autorità pubbliche, per fronteggiare situazioni di carattere sociale nonché di emergenza conseguenti ad eventi calamitosi o di natura straordinaria o per finalità di soccorso umanitario;
    • i volontari che prestano servizio in occasione di calamità;
    • gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggi e turismo. L’esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni 25 partecipanti;
    • il personale appartenente alla polizia di Stato e alle altre forze armate che svolge attività di ordine e  sicurezza pubblica, come definita nel Testo Unico di Pubblica Sicurezza R.D. 18 giugno 1931, n. 773, ed al successivo Regolamento di esecuzione di cui al R.D. 6 maggio 1940, n. 635, soggiornante per esigenze di servizio;
    • il personale dipendente dal gestore della struttura ricettiva, che ivi svolge attività lavorativa.
Come e quando effettuare i pagamenti:

Le strutture ricettive per l'anno d'imposta 2018 devono versare e presentare la dichiarazione ed effettuare i riversamenti alle seguenti scadenze:
- 20 luglio periodo 29/05 – 30/06
- 20 agosto periodo 01/07 – 31/07
- 20 settembre periodo 01/08 – 31/08
- 20 ottobre periodo 01/09 – 30/09

I riversamenti possono essere effettuati con le seguenti modalità:
a) mediante bollettino postale sul conto di tesoreria n. 13341615;
b) mediante bonifico bancario sul conto di tesoreria aperto presso la Tesoreria Comunale RiminiBanca Credito Cooperativo, alle seguenti coordinate: IBAN  IT07 K 08995 68570 014000026912
c) mediante pagamento diretto effettuato presso gli sportelli della Tesoreria Comunale, RiminiBanca Credito Cooperativo.

 

> documentazione

 

 

 

 




Adozione Del Piano Strutturale Comunale (Psc) e Del Regolamento Urbanistico Edilizio (Rue)

Si rende noto che con deliberazione di Giunta dell’Unione di Comuni Valmarecchia n. 83 del 11122017 è stato preso atto delle deliberazioni dei Consigli Comunali di adozione del Piano Strutturale Comunale (P.S.C.) e del Regolamento Urbanistico Edilizio (R.U.E.), ai sensi degli artt. 32 e 33 della L.R. 202000 e s.m.i.
A decorrere dal 7 febbraio 2018, data di pubblicazione dell'avviso di avvenuto deposito nel B.U.R. Regione Emilia-Romagna, gli elaborati grafici, relazionali ed amministrativi del P.S.C. e R.U.E. adottati sono depositati per sessanta giorni presso le Segreterie dei Comuni.
Entro il 9 aprile 2018 alle ore 13.00 (*), gli enti, gli organismi pubblici, le associazioni economiche e sociali e quelle costituite per la tutela di interessi d'ufficio e i singoli cittadini nei confronti dei quali le previsioni del Piano Strutturale Comunale (P.S.C.) adottato sono destinate a produrre effetti diretti, possono presentare osservazioni e proposte sui contenuti del P.S.C. adottato presso il Comune interessato.
Entro il 9 aprile 2018 alle ore 13.00 (*) (primo giorno non festivo dopo il 8 aprile 2018), chiunque può presentare osservazioni sui contenuti del Regolamento Urbanistico ed Edilizio (R.U.E.) adottato presso i Comuni interessati.
Le osservazioni, indirizzate al Sindaco dei Comuni interessati e predisposte in base all'apposito modello scaricabile al link sotto indicato o reperibile presso i singoli Comuni, devono essere inviate via pec ( comune.san-leo@pec.it ) o presentate in carta semplice, in triplice copia, all'Ufficio Protocollo.
Le osservazioni pervenute saranno valutate prima dell’approvazione definitiva.

La documentazione riguardante il Comune di San Leo è disponibile
in questa pagina

(*) Aggiornamento – Proroga termine presentazione osservazioni, leggi l'avviso

 

 

 










Volontariato giovanile in Valmarecchia e Bellaria Igea Marina

Sconti, premi e ... nuovi progetti di volontariato che vi aspettano

YoungERcard in Valmarecchia e Bellaria Igea Marina

 

> leggi l'avviso

 

 

 

 

 






































































































Nuova iscrizione anagrafica

Con Legge  23/5/2014 n.80 recanteMisure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015" è stato convertito con modificazioni il  D.L. 28/3/2014 n. 47 – di pari oggetto –.

In ottemperanza all’art. 5 comma 1 cpv. 1 della predetta legge  (Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non puo' chiedere la residenza ne' l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge.) si invitano i soggetti che intendono trasferire la residenza o cambiare il loro indirizzo nel Comune di San Leo ad allegare alla dichiarazione di residenza la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà qui allegata corrispondente al loro titolo di godimento dell’immobile e, precisamente:

1)       “dichiarazione proprietario” se proprietari dell’immobile in cui trasferiranno la propria dimora;

2)       “ dichiarazione proprietario per altri soggetti” in tutti gli altri casi ( inquilini, comodatari e quant’altro).

In difetto, la dichiarazione di residenza è improcedibile.


















Un aiuto concreto per il Tuo Comune

Perché è importante devolvere il 5xmille, x il tuo Comune,x il SOCIALE nella dichiarazione dei redditi.
Il cinque per mille, destinato al tuo Comune per i servizi sociali, può essere determinante per la qualità della vita dei soggetti più deboli.
La solidarietà in un gesto: una firma che NON COSTA NIENTE.



Ma.... cosa fa il Comune di San Leo sul sociale?
Ecco un breve report (non esaustivo):
Il Comune di San Leo è senza dubbio riconosciuto come quello più impegnato, proporzionalmente alla popolazione residente, nel campo dell’erogazione di numerosi servizi sociali ai propri cittadini, registrando un impegno economico che non ha paragoni fra i Comuni dell’alta valle. Il Comune, in stretta collaborazione con il Servizio Servizi Sociali della Ex Comunità Montana (ora Ufficio Unico Servizi Sociali Unione di Comuni Valmarecchia), si occupa di:
Area Povertà o disagio economico
- Istruttoria per l’accesso al Fondo Provinciale per l’Emergenza Abitativa, in collaborazione con la Provincia di Rimini (n.5 interventi)
- Progetti per l’inserimento sociale di anziani e soggetti svantaggiati (n.13 soggetti)
- Servizio di Inserimento lavorativo Adulti Disabili (n.7 “borse lavoro”), in collaborazione con Fondazione “Enaip” Rimini
- Erogazione di contributi economici alle famiglie con 4 e più figli (n.7)
- Istruttoria per l’accesso ai bonus economici per “luce e gas” (n.20)
- Istruttoria per l’erogazione di assegni nucleo famigliare e di maternità (n.14)
- Istruttoria per l’erogazione di contributi economici per le famiglie bisognose (n.7)
L’Amministrazione Comunale ha introdotto, per la prima volta, esenzioni od agevolazioni ancorate al reddito dei richiedenti in grado di intercettare maggiormente le situazioni di disagio economico (anziani con pensione minima, disoccupati di lunga durata, ecc) alla luce della inedita e pesante crisi in atto.
Area Anziani
- Presa in carico ed erogazione del servizio di Assistenza Domiciliare per Anziani non autosufficienti, in collaborazione con AUSL (n.7)
- Organizzazione del servizio per Soggiorni climatici anziani (n. 3)
- Presa in carico e erogazione del servizio Assegno di Cura per Anziani non autosufficienti, in collaborazione con AUSL (n.3)
- Presa in carico e Accesso alle Strutture Residenziali, Semi-residenziali per Anziani non autosufficienti in collaborazione con AUSL (n. 20)
- Integrazione delle rette per anziani soli inseriti in strutture residenziali (n.2) Area Infanzia, adolescenza e giovani
- Organizzazione e gestione servizio Centri estivi al mare (n.40 beneficiari/anno)
- Gestione del servizio di trasporto per il centro estivo denominato “Tana libera tutti” nel centro ippoterapico Mon-Tana e per la Piscina Rino Molari di Novafeltria (n. 10)
- Gestione ed organizzazione del centro di aggregazione giovanile “Danger” di Pietracuta (n.15 ragazzi) ospitato nei locali comunali ed iniziative collaterali (autogestione aula musica)
- Organizzazione del Servizio Civile Volontario,con tutoraggio
- Servizio Tutela dei Minori, in collaborazione con AUSL (n.6) Area Disabili
- Gestione del Centro Diurno per Disabili “Il Nodo” di Pietracuta di San Leo, in collaborazione con AUSL
- Organizzazione e gestione trasporto scolastico Disabili (n.1)
- Erogazione del servizio di assistenza educativa scolastica per alunni Disabili, in collaborazione con gli Istituti scolastici
- Erogazione del Servizio di Assistenza domiciliare Socio Assistenziale Adulti Disabili, in collaborazione AUSL (n.2)
- Erogazione del Servizio di Assistenza Educativa Domiciliare per Adulti Disabili, in collaborazione con AUSL (n.2)
- Pagamento delle rette per l’inserimento di minore disabili e disabili adulti in strutture residenziali e semiresidenziali (n.2) Area Immigrati
- Sportello intercomunale informativo consulenziale per stranieri (a Novafeltria)
- Servizio di assistenza linguistica per minori stranieri
Area Scuola:
- Sostegno a progetti didattici proposti dalle scuole comunali
- Gestione esoneri trasporto e mense scolastiche per famiglie in difficoltà economica (n.7)
Altri importanti risultati raggiunti, grazie alla collaborazione con altri enti
Grazie alla collaborazione con la Diocesi San Marino – Montefeltro, la Fondazione di religione San Paolo (di Pennabilli), la Provincia di Rimini ed i Comuni hanno attivato un protocollo per il sostegno e la gestione di un Centro intercomunale di prima accoglienza di Secchiano, in grado di intervenire temporaneamente per gravi problemi abitativi (16 posti letto), ormai purtroppo sempre più frequenti.
La collaborazione con CARITAS Diocesana è costante, sia per le emergenze abitative che per il sostegno alla povertà (pacchi viveri, contributi economici, ecc). La CARITAS rappresenta un fondamentale ed ulteriore punto di riferimento per situazioni di disagio che vanno monitorate congiuntamente, incrociando reciprocamente i dati.

>scarica allegato

La sede

Stemma Comune San Leo

Piazza Dante Alighieri n.1
47865 SAN LEO (RN)
Tel. 0541-916211-916226
Fax. 0541/916184

P.I.  00315680413

e-mail:   (istituzionale)

municipio@comune.san-leo.rn.it


Posta elettronica certificata:

comune.san-leo@pec.it

 


Bandiera Arancione

Marchio di qualità turistico ambientale per l'entroterra del Touring Club Italiano

I Borghi più Belli d'Italia

La Città di San Leo fa parte de I Borghi più Belli d’Italia”, Club di Prodotto nato su iniziativa della Consulta del Turismo dell’Associazione dei Comuni Italiani (ANCI).

San Leo Comune Gioiello d'Italia

Il Comune di San Leo è risultato tra i vincitori nell’edizione 2012 del concorso “Gioielli d’Italia”. che certifica l’eccellenza delle iniziative messe in campo dal Comune per la valorizzazione dell’offerta turistica.


Luoghi del Medioevo


L'EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

 

Reg. (UE) del Consiglio n. 1305/2013 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR)

P.S.R. Emilia Romagna 2014-2020
Misura 7
Tipo di operazione 7.4.02 “Strutture per servizi pubblici”

 


descrizione del progetto

 


Link al sito web della Commissione dedicato al FEASR
europa.eu/legislation_summaries/agriculture/general/framework/l60032_it.htm

Link al sito web del P.S.R. 2014-2020 regionale
agricoltura.regione.emilia-romagna.it/psr-2014-2020



Notizie

nessuna news in questa lista.

Bandi, concorsi, avvisi, ...

  • 19/06/18
  • CM Alta Valmarecchia

    VIDEO

    Fortezza di San Leo

    Museo d'Arte Sacra

    San Leo Incontra Francesco

    Alchimia Alchimie

    Descrizione San Leo in L.I.S.

    Visit the San Leo Fortress

    In volo su San Leo



    Informazioni Turistiche

    Musei della Città - Ufficio Informazioni Turistiche
    tel. 0541916306 - 0541926967
    fax 0541926973 -
    numero verde 800553800
    Apertura Ufficio Informazioni: Orario continuato, dalle 9.00 alle 18.00;

    http://www.san-leo.it


    Rete Teatrale Valmarecchia [link]

    Novafeltria, Pennabilli, Poggio Torriana, Sant'Agata Feltria, San Leo e Verucchio

    Portale Turistico La Valmarecchia [link]

    San Leo Turismo

    Informazioni Rimini e Provincia

    URP

    L'addetto all’Ufficio Relazioni con il Pubblico è il signor
    Sandro Spada

    Settore Affari Generali - Ufficio Segreteria
    ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 13. 00
    sabato dalle 8.30 alle 12.30
    presso l’ufficio Delegazione Comunale di Pietracuta

    Operazione Trasparenza [link]

     

    Traspartenza, valutazione e merito

     

     


    Amministrazione Trasparente

    > vai alla pagina

     

     

    Amministrazione Trasparente

    Piano Prevenzione Corruzione e Trasparenza Provincia di Rimini 2018-20

    la Provincia di Rimini rende noto che con decreto del Presidente n. 10 del 31/01/2018 è stato approvato il Piano per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza 2018-20

    > vai alla pagina "Anticorruzione" della Provincia

    > consulta il Piano 2018-2020

    > leggi la Relazione RPCT per l'anno 2017

     

     

     


    Relazione di fine mandato

    Relazione inizio mandato