Comune di San Leo
Provincia di Rimini
P.zza Dante Alighieri 1 47865 San Leo (RN)
 

La sede

Stemma Comune San Leo

Piazza Dante Alighieri n.1
47865 SAN LEO (RN)
Tel. 0541-916211-916226
Fax. 0541/916184

P.I.  00315680413

e-mail:   (istituzionale)

municipio@comune.san-leo.rn.it


Posta elettronica certificata:

comune.san-leo@pec.it

 


Bandiera Arancione

Marchio di qualità turistico ambientale per l'entroterra del Touring Club Italiano

I Borghi più Belli d'Italia

La Città di San Leo fa parte de I Borghi più Belli d’Italia”, Club di Prodotto nato su iniziativa della Consulta del Turismo dell’Associazione dei Comuni Italiani (ANCI).

San Leo Comune Gioiello d'Italia

Il Comune di San Leo è risultato tra i vincitori nell’edizione 2012 del concorso “Gioielli d’Italia”. che certifica l’eccellenza delle iniziative messe in campo dal Comune per la valorizzazione dell’offerta turistica.


Informazioni turistiche [link]


al sito:

- http://www.san-leo.it/



 

 

 

San Leo

La Rocca
Il Castello

San Leo, detta già Montefeltro, è situata a metri 583 s.m., a 32 km. da Rimini, nella Val Marecchia (SS 258), su un enorme masso roccioso tutt'intorno invalicabile;
vi si accede per un'unica strada tagliata nella roccia.

Sulla punta più alta dello sperone si eleva l'inespugnabile Forte, rimaneggiato da Francesco di Giorgio Martini, nel XV secolo, per ordine di Federico lll da Montefeltro.

L'antichissima città che fu capoluogo (dall'origine alla fine) della contea di Montefeltro e teatro di battaglie civili e militari per circa due millenni, assunse con Berengario II il titolo di Capitale d'ltalia (962-964). S. Leone (sec. IV d.C.) ne fu l'evangelizzatore.

La città ospitò Dante ("Vassi in San Leo...") e S. Francesco d'Assisi, che qui ricevette in dono il Monte della Verna dal Conte Orlando di Chiusi nel Casentino (1213). Si conserva ancora la stanza ove avvenne il colloquio fra i due uomini.

Nel forte, trasformato in prigione durante il dominio pontificio, furono rinchiusi il Conte di Cagliostro, che vi morì nel 1795, e Felice Orsini (1844).

Notevole il patrimonio architettonico conservato:

la Pieve preromanica, il Duomo romanico lombardo del sec. Xll, il Forte; Il Museo di Arte Sacra recentemente allestito nel Palazzo Mediceo, sparsi sul territorio comunale, i ruderi di diversi castelli, tra i quali quelli di Pietracuta, e di Piega, il convento francescano di S. Igne, il convento domenicano di Monte di Pietracuta, la chiesa di Montemaggio, con un pregevole soffitto di legno a cassettoni.

Il panorama che si gode da San Leo è uno dei più belli e caratteristici della regione la vista spazia sui monti circostanti e lungo, la vallata del Marecchia, fino al mare.

Dotata di moderni impianti sportivi, annovera oltre ai campi da calcio i, campi da tennis, una avio superficie dove è possibile praticare il volo a vela (aliante). Dalle rocce del monte San Severino e possibile decollare con il parapendio.




































































Nuovi orari di apertura al pubblico degli Uffici comunali

Dal mese di Settembre 2016 sono state apportate alcune modifiche agli orari di apertura al pubblico degli Uffici Comunali e delle sedi operative.

 

> leggi la tabella riepilogativa

 

 

 


Comunicato Stampa - Riconoscimento danni ai privati - crollo rupe 27 feb 2014

Si è svolta martedì mattina, ore 11, presso il Municipio di San Leo, la riunione con gli evacuati relativi al crollo della rupe di San Leo del 27 febbraio 2014.

Nel dettaglio i nuclei interessati sono 6, principalmente i 5 riconducibili al crollo rupe di San Leo di febbraio 2014 ed uno riconducibile ad un distinto fenomeno franoso accorso nel 2015, in frazione Poggio Peggio. Entrambi gli episodi sono ricadenti fra le 5 calamità regionali riconosciute in Emilia Romagna.

L’incontro segue l’emissione di avviso pubblico a valere sulle indicazioni contenute nell’attesa ordinanza 374 del 16/08/2016 della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Gli interessati hanno tempo fino al 29 settembre per compilare la loro richiesta ufficiale, nelle modalità illustrate nel corso della riunione, alla luce dell’incontro tecnico tenutosi a Forli mercoledì scorso.


Sindaco di San Leo Mauro Guerra: “L’incontro era necessario per chiarire agli interessati ed ai loro tecnici alcuni dubbi interpretativi sull’iter,  inedito per tutti noi, di riconoscimento del danno. Nel corso dell’incontro sono emerse altre necessità di approfondimenti,  raccolte in una specifica richiesta di delucidazioni da inviare all’Agenzia di Protezione Civile Emilia Romagna ed altri referenti. L’Amministrazione comunale ha ribadito il fatto di essere continuamente a completa disposizione degli evacuati, giustamente tuttora emotivamente provati,  come avvenuto fin dal 27 febbraio 2014, affinché si possa giungere, al netto della tremenda esperienza, alla migliore soluzione possibile della delicata vicenda. Quale primo cittadino, ho ringraziato coloro che hanno permesso di giungere a compilare le “carte” di riconoscimento del danno ai privati, riconoscendo la serietà della filiera istituzionale impostata all’indomani del crollo e  sottolineando che – purtroppo - altre calamità naturali che hanno contraddistinto il bel Paese, non sempre hanno registrato epilogo quale quello che invece si sta opportunamente profilando”

 

 

 


Il sostegno per l'inclusione attiva (SIA)

 sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate ...

> leggi informativa

> domanda partecipazione

 

 

 

 


Comunicato stampa

“Via libera alle domande per la concessione di contributi economici ai soggetti privati per i danni occorsi al patrimonio edilizio abitativo – crollo rupe febbraio 2014”

In data 26/08/2016 è stato emesso l’avviso pubblico comunale per la concessione di contributi economici ai soggetti privati per i danni occorsi al patrimonio edilizio abitativo ed ai beni mobili ivi ubicati in conseguenza degli eventi per cui si e’ opportunamente completata la ricognizione dei fabbisogni.

Per quanto riguarda il territorio comunale di San Leo i principali  interessati sono gli evacuati dal crollo della rupe del febbraio 2014.

Sindaco Mauro Guerra : “il via libera alla pubblicazione dell’avviso è arrivato , come anticipato settimana scorsa, a seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Delibera del Consiglio dei Ministri del 28 luglio 2016 (pubblicata in G.U il 6 agosto 2016), laddove sono state definite le procedure per far fronte ai danni occorsi al patrimonio privato a seguito delle calamità naturali che si sono verificate tra il 2013 e il 2015 sul territorio della Regione Emilia-Romagna e per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza e completata la ricognizione dei fabbisogni. Fra esse c’è il crollo della rupe di San Leo di febbraio 2014, anche grazie ad un intenso lavoro preparatorio che si dimostra oggi premiante ed alla dichiarazione di emergenza che il Presidente Errani, accorso a San Leo all’indomani del crollo, non esitò a firmare. Alla Regione Emilia Romagna va il merito di aver scelto la via migliore per giungere a questo altro importante risultato (oltre a quello dell’ottenimento dei finanziamenti per le costruende e future opere strutturali e di lotta al dissesto idrogeologico), allo Stato, al Ministro Galletti, ai nostri Parlamentari, quello di aver provveduto agli atti propedeutici necessari.”

“gli evacuati sono stati già contattati telefonicamente, mentre mercoledì a Forlì si terrà apposita riunione tecnica con i vari comuni coinvolti, a seguito della quale si terrà apposita incontro con gli evacuati, in Municipio (probabilmente il 6 settembre), con l’aiuto di tutti i dipendenti comunali”.

Possono presentare domanda per la concessione dei contributi i soggetti privati che hanno subito danni, già a tempo opportuno segnalati con le apposite schede.

Nell’ Ordinanza  pubblicata sono definiti i criteri per la determinazione e la concessione dei contributi ed è allegata la documentazione necessaria per presentare domanda. Tale documentazione è scaricabile sul sito www.comune.san-leo.rn.it ed è disponibile presso l’Ufficio Segreteria del Comune.

Le domande dovranno essere presentate presso il Comune di San Leo entro e non oltre il 29 settembre 2016.

San Leo lì 26/08/2016                           

Il Sindaco
Dott. Mauro  Guerra





Contributo libri di testo

scuole secondarie di I e di II grado -anno scolastico 2016/2017-  “ INFORMAZIONI ALLE FAMIGLIE.

 

> leggi avviso

 

 

 




Avviso pubblico

Bollette dell'acqua anno 2016:

Agevolazione tariffaria a favore dei nuclei familiari in condizione economica disagiata.

 

leggi il bando

modello di domanda

 

scade il 30/09/2016

 

 

 
















































Nuova iscrizione anagrafica

Con Legge  23/5/2014 n.80 recanteMisure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015" è stato convertito con modificazioni il  D.L. 28/3/2014 n. 47 – di pari oggetto –.

In ottemperanza all’art. 5 comma 1 cpv. 1 della predetta legge  (Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non puo' chiedere la residenza ne' l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge.) si invitano i soggetti che intendono trasferire la residenza o cambiare il loro indirizzo nel Comune di San Leo ad allegare alla dichiarazione di residenza la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà qui allegata corrispondente al loro titolo di godimento dell’immobile e, precisamente:

1)       “dichiarazione proprietario” se proprietari dell’immobile in cui trasferiranno la propria dimora;

2)       “ dichiarazione proprietario per altri soggetti” in tutti gli altri casi ( inquilini, comodatari e quant’altro).

In difetto, la dichiarazione di residenza è improcedibile.


















Un aiuto concreto per il Tuo Comune

Perché è importante devolvere il 5xmille, x il tuo Comune,x il SOCIALE nella dichiarazione dei redditi.
Il cinque per mille, destinato al tuo Comune per i servizi sociali, può essere determinante per la qualità della vita dei soggetti più deboli.
La solidarietà in un gesto: una firma che NON COSTA NIENTE.



Ma.... cosa fa il Comune di San Leo sul sociale?
Ecco un breve report (non esaustivo):
Il Comune di San Leo è senza dubbio riconosciuto come quello più impegnato, proporzionalmente alla popolazione residente, nel campo dell’erogazione di numerosi servizi sociali ai propri cittadini, registrando un impegno economico che non ha paragoni fra i Comuni dell’alta valle. Il Comune, in stretta collaborazione con il Servizio Servizi Sociali della Ex Comunità Montana (ora Ufficio Unico Servizi Sociali Unione di Comuni Valmarecchia), si occupa di:
Area Povertà o disagio economico
- Istruttoria per l’accesso al Fondo Provinciale per l’Emergenza Abitativa, in collaborazione con la Provincia di Rimini (n.5 interventi)
- Progetti per l’inserimento sociale di anziani e soggetti svantaggiati (n.13 soggetti)
- Servizio di Inserimento lavorativo Adulti Disabili (n.7 “borse lavoro”), in collaborazione con Fondazione “Enaip” Rimini
- Erogazione di contributi economici alle famiglie con 4 e più figli (n.7)
- Istruttoria per l’accesso ai bonus economici per “luce e gas” (n.20)
- Istruttoria per l’erogazione di assegni nucleo famigliare e di maternità (n.14)
- Istruttoria per l’erogazione di contributi economici per le famiglie bisognose (n.7)
L’Amministrazione Comunale ha introdotto, per la prima volta, esenzioni od agevolazioni ancorate al reddito dei richiedenti in grado di intercettare maggiormente le situazioni di disagio economico (anziani con pensione minima, disoccupati di lunga durata, ecc) alla luce della inedita e pesante crisi in atto.
Area Anziani
- Presa in carico ed erogazione del servizio di Assistenza Domiciliare per Anziani non autosufficienti, in collaborazione con AUSL (n.7)
- Organizzazione del servizio per Soggiorni climatici anziani (n. 3)
- Presa in carico e erogazione del servizio Assegno di Cura per Anziani non autosufficienti, in collaborazione con AUSL (n.3)
- Presa in carico e Accesso alle Strutture Residenziali, Semi-residenziali per Anziani non autosufficienti in collaborazione con AUSL (n. 20)
- Integrazione delle rette per anziani soli inseriti in strutture residenziali (n.2) Area Infanzia, adolescenza e giovani
- Organizzazione e gestione servizio Centri estivi al mare (n.40 beneficiari/anno)
- Gestione del servizio di trasporto per il centro estivo denominato “Tana libera tutti” nel centro ippoterapico Mon-Tana e per la Piscina Rino Molari di Novafeltria (n. 10)
- Gestione ed organizzazione del centro di aggregazione giovanile “Danger” di Pietracuta (n.15 ragazzi) ospitato nei locali comunali ed iniziative collaterali (autogestione aula musica)
- Organizzazione del Servizio Civile Volontario,con tutoraggio
- Servizio Tutela dei Minori, in collaborazione con AUSL (n.6) Area Disabili
- Gestione del Centro Diurno per Disabili “Il Nodo” di Pietracuta di San Leo, in collaborazione con AUSL
- Organizzazione e gestione trasporto scolastico Disabili (n.1)
- Erogazione del servizio di assistenza educativa scolastica per alunni Disabili, in collaborazione con gli Istituti scolastici
- Erogazione del Servizio di Assistenza domiciliare Socio Assistenziale Adulti Disabili, in collaborazione AUSL (n.2)
- Erogazione del Servizio di Assistenza Educativa Domiciliare per Adulti Disabili, in collaborazione con AUSL (n.2)
- Pagamento delle rette per l’inserimento di minore disabili e disabili adulti in strutture residenziali e semiresidenziali (n.2) Area Immigrati
- Sportello intercomunale informativo consulenziale per stranieri (a Novafeltria)
- Servizio di assistenza linguistica per minori stranieri
Area Scuola:
- Sostegno a progetti didattici proposti dalle scuole comunali
- Gestione esoneri trasporto e mense scolastiche per famiglie in difficoltà economica (n.7)
Altri importanti risultati raggiunti, grazie alla collaborazione con altri enti
Grazie alla collaborazione con la Diocesi San Marino – Montefeltro, la Fondazione di religione San Paolo (di Pennabilli), la Provincia di Rimini ed i Comuni hanno attivato un protocollo per il sostegno e la gestione di un Centro intercomunale di prima accoglienza di Secchiano, in grado di intervenire temporaneamente per gravi problemi abitativi (16 posti letto), ormai purtroppo sempre più frequenti.
La collaborazione con CARITAS Diocesana è costante, sia per le emergenze abitative che per il sostegno alla povertà (pacchi viveri, contributi economici, ecc). La CARITAS rappresenta un fondamentale ed ulteriore punto di riferimento per situazioni di disagio che vanno monitorate congiuntamente, incrociando reciprocamente i dati.

>scarica allegato

Notizie

nessuna news in questa lista.

Bandi, concorsi, avvisi, ...

  • 27/09/16
  • Informazioni Turistiche

    Musei della Città - Ufficio Informazioni Turistiche
    tel. 0541916306 - 0541926967
    fax 0541926973 -
    numero verde 800553800
    Apertura Ufficio Informazioni: Orario continuato, dalle 9.00 alle 18.00;

    http://www.san-leo.it


    Rete Teatrale Valmarecchia [link]

    Novafeltria, Pennabilli, Poggio Torriana, Sant'Agata Feltria, San Leo e Verucchio

    Portale Turistico La Valmarecchia [link]

    San Leo Turismo

    Informazioni Rimini e Provincia

    URP

    L'addetto all’Ufficio Relazioni con il Pubblico è il signor
    Sandro Spada

    Settore Affari Generali - Ufficio Segreteria
    ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 13. 00
    sabato dalle 8.30 alle 12.30
    presso l’ufficio Delegazione Comunale di Pietracuta

    Operazione Trasparenza [link]

    Amministrazione Trasparente

     
    © 2005-2016 Comune di San Leo - Gestito con docweb - [id]