Comune di San Leo
Provincia di Rimini
P.zza Dante Alighieri 1 47865 San Leo (RN)
 

La sede

Stemma Comune San Leo

Piazza Dante Alighieri n.1
47865 SAN LEO (RN)
Tel. 0541-916211-916226
Fax. 0541/916184

P.I.  00315680413

e-mail:   (istituzionale)

municipio@comune.san-leo.rn.it


Posta elettronica certificata:

comune.san-leo@emarche.it


Bandiera Arancione

Marchio di qualità turistico ambientale per l'entroterra del Touring Club Italiano

I Borghi più Belli d'Italia

La Città di San Leo fa parte de I Borghi più Belli d’Italia”, Club di Prodotto nato su iniziativa della Consulta del Turismo dell’Associazione dei Comuni Italiani (ANCI).

San Leo Comune Gioiello d'Italia

Il Comune di San Leo è risultato tra i vincitori nell’edizione 2012 del concorso “Gioielli d’Italia”. che certifica l’eccellenza delle iniziative messe in campo dal Comune per la valorizzazione dell’offerta turistica.


Informazioni turistiche [link]


al sito:

- http://www.san-leo.it/



 

 

 

San Leo

La Rocca
Il Castello

San Leo, detta già Montefeltro, è situata a metri 583 s.m., a 32 km. da Rimini, nella Val Marecchia (SS 258), su un enorme masso roccioso tutt'intorno invalicabile;
vi si accede per un'unica strada tagliata nella roccia.

Sulla punta più alta dello sperone si eleva l'inespugnabile Forte, rimaneggiato da Francesco di Giorgio Martini, nel XV secolo, per ordine di Federico lll da Montefeltro.

L'antichissima città che fu capoluogo (dall'origine alla fine) della contea di Montefeltro e teatro di battaglie civili e militari per circa due millenni, assunse con Berengario II il titolo di Capitale d'ltalia (962-964). S. Leone (sec. IV d.C.) ne fu l'evangelizzatore.

La città ospitò Dante ("Vassi in San Leo...") e S. Francesco d'Assisi, che qui ricevette in dono il Monte della Verna dal Conte Orlando di Chiusi nel Casentino (1213). Si conserva ancora la stanza ove avvenne il colloquio fra i due uomini.

Nel forte, trasformato in prigione durante il dominio pontificio, furono rinchiusi il Conte di Cagliostro, che vi morì nel 1795, e Felice Orsini (1844).

Notevole il patrimonio architettonico conservato:

la Pieve preromanica, il Duomo romanico lombardo del sec. Xll, il Forte; Il Museo di Arte Sacra recentemente allestito nel Palazzo Mediceo, sparsi sul territorio comunale, i ruderi di diversi castelli, tra i quali quelli di Pietracuta, e di Piega, il convento francescano di S. Igne, il convento domenicano di Monte di Pietracuta, la chiesa di Montemaggio, con un pregevole soffitto di legno a cassettoni.

Il panorama che si gode da San Leo è uno dei più belli e caratteristici della regione la vista spazia sui monti circostanti e lungo, la vallata del Marecchia, fino al mare.

Dotata di moderni impianti sportivi, annovera oltre ai campi da calcio i, campi da tennis, una avio superficie dove è possibile praticare il volo a vela (aliante). Dalle rocce del monte San Severino e possibile decollare con il parapendio.




































































Nuova iscrizione anagrafica

Con Legge  23/5/2014 n.80 recanteMisure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015" è stato convertito con modificazioni il  D.L. 28/3/2014 n. 47 – di pari oggetto –.

In ottemperanza all’art. 5 comma 1 cpv. 1 della predetta legge  (Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non puo' chiedere la residenza ne' l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge.) si invitano i soggetti che intendono trasferire la residenza o cambiare il loro indirizzo nel Comune di San Leo ad allegare alla dichiarazione di residenza la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà qui allegata corrispondente al loro titolo di godimento dell’immobile e, precisamente:

1)       “dichiarazione proprietario” se proprietari dell’immobile in cui trasferiranno la propria dimora;

2)       “ dichiarazione proprietario per altri soggetti” in tutti gli altri casi ( inquilini, comodatari e quant’altro).

In difetto, la dichiarazione di residenza è improcedibile.





Informazioni svolgimento manifestazione AlchimiaAlchimie 2014


Elezioni Europee e Amministrative 2014


Inaugurazione Asilo Nido a Pietracuta


Sabato 17 maggio 2014, ore 18,30: inaugurazione dell’asilo nido comunale realizzato in località Libiano di Pietracuta.

 

I lavori di realizzazione del nuovo asilo nido sono iniziati nella seconda metà del 2012 e sono terminati nelle scorse settimane. L’edificio, di un solo piano, è composto da corpo unico con salone centrale, ampie aule, cucina, dispensa, magazzini, servizi igienici, spogliatoi, vani tecnici.

La struttura, di moderna concezione, è alimentata anche grazie al ricorso alle energie rinnovabili, possiede riscaldamento a pavimento ed è stata costruita con particolare attenzione sia ai materiali utilizzati che alla funzionalità degli arredi, opportunamente selezionati.  Il taglio del nastro avverrà nel giardino antistante alla struttura alle 18,30, con aperitivo. L’intervento, cofinanziato dalla Provincia di Rimini con risorse Regionali, permetterà alla comunità locale di poter usufruire di un servizio mai precedentemente attivato. I contributi regionali ammontano ad 650.000 euro su 750.000 complessivi. La struttura sarà operativa al termine delle successive procedure pubbliche di affidamento della gestione. Sarà presente l’Ass. Meris Soldati in rappresentanza della Provincia di Rimini, l’Ass. Sociale dell’ Unione Valle del Marecchia Ivana Baldinini.

Sempre grazie alla capacità di intercettare risorse esterne, l’Amministrazione Comunale di San Leo ha recentemente riqualificato anche la palestra comunale di Pietracuta, che sarà inaugurata lunedì 19 maggio alle ore 16.30, con un torneo di mini-volley e successivo rinfresco. In questo caso sono le risorse del “Decreto del Fare” ad aver permesso la ristrutturazione della vetusta palestra delle scuole di Pietracuta, per un importo di 40.000 euro circa, finanziati al 100%.




Avviso Pubblico

Bando di concorso per la formazione della graduatoria finalizzata all'assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica


Vai al Bando

Fac-simile domanda






Comunicato Stampa


Patto dei Sindaci per l’energia sostenibile,
l’adesione dell’Unione di Comuni Valmarecchia


> vai al documento






COMUNICATO STAMPA


SAN LEO: in arrivo il Saldo TARSU 2013 (calcolato però con regime TARSU) – nessun pagamento per la MINI-IMU

 

Al fine di consentire massima chiarezza, è opportuno continuare ad informare i cittadini su quanto è avvenuto in tema di TARES ed IMU.

 

MINI IMU:
La «mini imu», che in 2.375 comuni andrà versata entro il 24 gennaio, non interesserà il Cittadini di San Leo , dove l’aliquota applicata è quella base del 4 per mille. 

 

TARES/TARSU

Anche nel Comune di San Leo, sono in recapito gli avvisi per il pagamento saldo TARES 2013, anche se calcolato in regime TARSU. Infatti, l’Amministrazione ricorda che, registrando le difficoltà/storture verificatesi anche nei comuni limitrofi già passati a TARES, considerato che l'applicazione del regime TARES avrebbe comportato pesanti modifiche del carico fiscale nei confronti dei contribuenti, in particolare degli esercizi commerciali, ristoranti, pizzerie, alberghi (in altri Comuni giunta fino al 500%) ed in generale su tutto il già sofferente panorama imprenditoriale, ha ritenuto necessario mantenere l'applicazione della TARSU anche per l'anno 2013 non appena è stato reso lecito farlo (novembre). Le nuove tariffe relative all'anno 2013 permettono di intercettare maggiormente le situazioni di disagio economico certificato, alla luce della pesante crisi in atto, della crescente disoccupazione, ecc con agevolazioni ed esenzioni:

-è stato alzato il limite ISEE (da 8.000 a 12.000) sotto il quale è possibile per i pensionati beneficiare di tariffe più basse,

-è stata ampliata la possibilità di ottenere la riduzione del 30% delle tariffe (redditi ISEE da 4.500,01 a 7.500,00)

-è stata inserita una fascia di esenzione per nuclei familiari con reddito ISEE inferiore a 4.500 euro

-è stata inserita una fascia di esenzione per i disoccupati da almeno 18 mesi, certificati dal centro per l’impiego, che costituiscano autonomamente un nucleo familiare

-vige l’esenzione totale per gli anziani ultrasessantacinquenni che abbiano solo reddito da pensione minima.

 

RIMANE, come in TUTTA ITALIA, malgrado la contrarietà di tutti i Comuni, la maggiorazione prevista dall'articolo 14, comma 13, del dl 201/2011 (€ 0,30 centesimi a metro quadrato), con destinazione statale e non comunale (come si evince dal modello F24). Gli ultimi Governi infatti procedono nel progetto di tramutare i Comuni in una sorta di esattori, infatti la principale novità negativa della TARES, ovvero l’aumento di euro 0,30 al mq è dettato da scelte statali, non dei Comuni.

 

Bene lo si vedrà dal  modello di pagamento F24 pre-compilato con :

A)  il conguaglio per la copertura definitiva dei costi di gestione dei servizi (CODICE F24 : 3944 – quota comunale)

B) la maggiorazione obbligatoria di euro 0,30 €/Mq serve a finanziare il bilancio statale. A tale titolo i proventi assommano ad un cifra complessiva stimata in circa 1 miliardo di euro, che sarà trattenuta dallo stato. (CODICE F24 : 3955 – quota Stato)

 

L’invio dei modelli (con opportuna spiegazione) a San Leo non è stato però affidato ad Equitalia, ma viene gestito direttamente dal Comune, tramite POSTE ITALIANE, anche se questa ulteriore scelta auspicata dai cittadini ha determinato ulteriore ritardo nel recapito in corso. A tal proposito sarà massima, per quanto riguarda quello che i Comuni possono fare, la tolleranza per eventuali pagamenti in ritardo rispetto al 31.12.2013, almeno per la quota di destinazione comunale, viste anche le imminenti festività. Per la quota statale i Comuni non compete ai comuni dare eventuale tolleranza.

-------------------------------------------------

 

 

 

Storia TARES:

E’ NECESSARIO RICORDARE CONTINUAMENTE CHE tutti i Comuni hanno solo potuto applicare la normativa TARES varata dal Governo Monti (Decreto Salva Italia), ed hanno avuto pochi e limitati spazi di manovra per calmierarne l’impatto. La normativa obbligava comunque a procedere con l’invio e la richiesta di pagamento di un acconto suddiviso in due rate (effettuato a fine agosto 2013).

Questo Comune, come tutti gli altri, ha applicato le nuove disposizioni ad agosto, subendone i dettami, in un contesto che però andava modificandosi, anche a seguito delle considerevoli reazioni negative registrate nei comuni più celeri.

Infatti, nel D.L.31 agosto 2013, n.102, convertito con Legge 28 ottobre 2013, n.124, è stato consentito ai Comuni, in deroga a quanto normato precedentemente e per l'anno 2013, di determinare i costi del servizio e le relative tariffe sulla base dei criteri del 2012, con riferimento al regime di prelievo in vigore in tale anno (TARSU). La suddetta possibilità era ancorata ad un provvedimento da adottare entro il termine fissato per l'approvazione del bilancio di previsione (per San Leo, avvenuto il 29.11.2013).

 

Ciò detto, preme sottolineare che i Comuni italiani, nella redazione dei loro Regolamenti comunali per l’applicazione della TARES, hanno già cercato di salvaguardare i redditi più bassi e le condizioni di oggettivo disagio, restando tuttavia vincolati alle rigide indicazioni che la norma impone. Ecco perché gli  Amministratori locali sono stati i primi a sollecitare quotidianamente il Governo centrale per modificare la TARES.







IMU - Imposta Municipale Propria - 2013





Guardia Medica di vallata

cambio del numero di telefono:

dal 1 giugno sarà : 0541787461

leggi avviso ...




Un aiuto concreto per il Tuo Comune

Perché è importante devolvere il 5xmille, x il tuo Comune,x il SOCIALE nella dichiarazione dei redditi.
Il cinque per mille, destinato al tuo Comune per i servizi sociali, può essere determinante per la qualità della vita dei soggetti più deboli.
La solidarietà in un gesto: una firma che NON COSTA NIENTE.



Ma.... cosa fa il Comune di San Leo sul sociale?
Ecco un breve report (non esaustivo):
Il Comune di San Leo è senza dubbio riconosciuto come quello più impegnato, proporzionalmente alla popolazione residente, nel campo dell’erogazione di numerosi servizi sociali ai propri cittadini, registrando un impegno economico che non ha paragoni fra i Comuni dell’alta valle. Il Comune, in stretta collaborazione con il Servizio Servizi Sociali della Ex Comunità Montana (ora Ufficio Unico Servizi Sociali Unione di Comuni Valmarecchia), si occupa di:
Area Povertà o disagio economico
- Istruttoria per l’accesso al Fondo Provinciale per l’Emergenza Abitativa, in collaborazione con la Provincia di Rimini (n.5 interventi)
- Progetti per l’inserimento sociale di anziani e soggetti svantaggiati (n.13 soggetti)
- Servizio di Inserimento lavorativo Adulti Disabili (n.7 “borse lavoro”), in collaborazione con Fondazione “Enaip” Rimini
- Erogazione di contributi economici alle famiglie con 4 e più figli (n.7)
- Istruttoria per l’accesso ai bonus economici per “luce e gas” (n.20)
- Istruttoria per l’erogazione di assegni nucleo famigliare e di maternità (n.14)
- Istruttoria per l’erogazione di contributi economici per le famiglie bisognose (n.7)
L’Amministrazione Comunale ha introdotto, per la prima volta, esenzioni od agevolazioni ancorate al reddito dei richiedenti in grado di intercettare maggiormente le situazioni di disagio economico (anziani con pensione minima, disoccupati di lunga durata, ecc) alla luce della inedita e pesante crisi in atto.
Area Anziani
- Presa in carico ed erogazione del servizio di Assistenza Domiciliare per Anziani non autosufficienti, in collaborazione con AUSL (n.7)
- Organizzazione del servizio per Soggiorni climatici anziani (n. 3)
- Presa in carico e erogazione del servizio Assegno di Cura per Anziani non autosufficienti, in collaborazione con AUSL (n.3)
- Presa in carico e Accesso alle Strutture Residenziali, Semi-residenziali per Anziani non autosufficienti in collaborazione con AUSL (n. 20)
- Integrazione delle rette per anziani soli inseriti in strutture residenziali (n.2) Area Infanzia, adolescenza e giovani
- Organizzazione e gestione servizio Centri estivi al mare (n.40 beneficiari/anno)
- Gestione del servizio di trasporto per il centro estivo denominato “Tana libera tutti” nel centro ippoterapico Mon-Tana e per la Piscina Rino Molari di Novafeltria (n. 10)
- Gestione ed organizzazione del centro di aggregazione giovanile “Danger” di Pietracuta (n.15 ragazzi) ospitato nei locali comunali ed iniziative collaterali (autogestione aula musica)
- Organizzazione del Servizio Civile Volontario,con tutoraggio
- Servizio Tutela dei Minori, in collaborazione con AUSL (n.6) Area Disabili
- Gestione del Centro Diurno per Disabili “Il Nodo” di Pietracuta di San Leo, in collaborazione con AUSL
- Organizzazione e gestione trasporto scolastico Disabili (n.1)
- Erogazione del servizio di assistenza educativa scolastica per alunni Disabili, in collaborazione con gli Istituti scolastici
- Erogazione del Servizio di Assistenza domiciliare Socio Assistenziale Adulti Disabili, in collaborazione AUSL (n.2)
- Erogazione del Servizio di Assistenza Educativa Domiciliare per Adulti Disabili, in collaborazione con AUSL (n.2)
- Pagamento delle rette per l’inserimento di minore disabili e disabili adulti in strutture residenziali e semiresidenziali (n.2) Area Immigrati
- Sportello intercomunale informativo consulenziale per stranieri (a Novafeltria)
- Servizio di assistenza linguistica per minori stranieri
Area Scuola:
- Sostegno a progetti didattici proposti dalle scuole comunali
- Gestione esoneri trasporto e mense scolastiche per famiglie in difficoltà economica (n.7)
Altri importanti risultati raggiunti, grazie alla collaborazione con altri enti
Grazie alla collaborazione con la Diocesi San Marino – Montefeltro, la Fondazione di religione San Paolo (di Pennabilli), la Provincia di Rimini ed i Comuni hanno attivato un protocollo per il sostegno e la gestione di un Centro intercomunale di prima accoglienza di Secchiano, in grado di intervenire temporaneamente per gravi problemi abitativi (16 posti letto), ormai purtroppo sempre più frequenti.
La collaborazione con CARITAS Diocesana è costante, sia per le emergenze abitative che per il sostegno alla povertà (pacchi viveri, contributi economici, ecc). La CARITAS rappresenta un fondamentale ed ulteriore punto di riferimento per situazioni di disagio che vanno monitorate congiuntamente, incrociando reciprocamente i dati.

>scarica allegato

Notizie

nessuna news in questa lista.

Bandi, concorsi, avvisi, ...

Dati non disponibili.

CM Alta Valmarecchia

VIDEO

Informazioni Turistiche

Musei della Città - Ufficio Informazioni Turistiche
tel. 0541916306 - 0541926967
fax 0541926973 -
numero verde 800553800
Apertura Ufficio Informazioni: Orario continuato, dalle 9.00 alle 18.00;

http://www.san-leo.it


San Leo in diretta ..

Portale Turistico La Valmarecchia [link]

San Leo Turismo

Informazioni Rimini e Provincia

URP

L'addetto all’Ufficio Relazioni con il Pubblico è il signor
Sandro Spada

Settore Affari Generali - Ufficio Segreteria
ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 13. 00
sabato dalle 8.30 alle 12.30
presso l’ufficio Delegazione Comunale di Pietracuta

Operazione Trasparenza [link]

Amministrazione Trasparente
 
© 2005-2014 Comune di San Leo - Gestito con docweb - [id]